Maxi Home è in Via Guglielmo Calderini 6/8 a Roma

Aprire un B&B o una casa vacanze

Aprire una casa vacanza a Roma

Avere una seconda casa oppure una casa troppo grande per l’attuale nucleo familiare, può rivelarsi una vera e propria opportunità nell’attuale mercato immobiliare della Capitale.

Se sei indeciso nel vendere immediatamente, hai mai valutato l’idea di affittare (ad un prezzo più alto delle medie di mercato) o aprire tu stesso, un’attività extra alberghiera?

B&B, affittacamere e case vacanza a Roma

Già dalla fine degli anni ’90, ripreso in maniera potente con l’apertura del Giubileo del 2015, si è manifestato a Roma un fermento davvero interessante nel mondo immobiliare riguardo un settore in continua espansione, quello delle attività ricettive, che la maggior parte di noi conosce come Bed&Breakfast, casa vacanze, affittacamere.

Moltissimi cittadini si sono affacciati sul mercato alla ricerca di immobili ad uso investimento nelle zone più centrali della Capitale, oppure richieste di affitto per aprire delle nuove attività ricettive.

Le origini di questo fenomeno immobiliare derivano principalmente dal momento storico in cui ci troviamo dove i prezzi di vendita e di locazione sono scesi di molto e la situazione fiscale, soprattutto per le seconde case, è divenuta davvero pesante; abbinando l’opportunità di risiedere a Roma, cavallo trainante del settore turismo in Italia, si capisce il motivo che spinge ormai molte persone ad avvicinarsi a questo settore.

Ripetuti studi ed analisi hanno riscontrato che le forme di attività ricettiva tradizionale (alberghi, hotel..) non riescono più a venire incontro alle nuove esigenze del “turismo moderno”: oggigiorno si richiede la presenza degli standard minimi di qualità e confort dei locali, riunendo l’esigenza del risparmio (a favore del prolungamento della vacanza a parità di spesa) alla possibilità di vivere un’esperienza “in famiglia”, avendo così l’opportunità di conoscere da vicino usi e costumi dei luoghi visitati.

Dalle interviste fatte ai nostri clienti abbiamo riscontrato che i principali motivi che li avevano avvicinati a questo settore erano di:

  • creare reddito senza affidarsi alle forme di affitto tradizionale
  • cercare investimenti economici e con tempi di gestione contenuti, mantenendo intatto il bene iniziale
  • partire per qualche anno per motivi di lavoro, senza lasciare il proprio appartamento improduttivo
  • cercare business, senza necessità di personale dipendente
  • rendere produttiva la 2° casa sfitta
  • diminuire le spese di casa affittando una stanza durante l’anno, specialmente in occasione di eventi particolari
  • integrare i propri guadagni o crearsi un’occupazione
  • cercare relazioni interpersonali e scambio culturale con i turisti-clienti

Cosa bisogna fare per aprire un’attività extra alberghiera

La richiesta di apertura è stata fortemente semplificata dalla Pubblica Amministrazione, pertanto dopo aver accertato la compatibilità della vostra attività con il Regolamento di Condominio ed individuato quale struttura aprire (B&B, Casavacanze, affittacamere..), sarà possibile presentare una Segnalazione Certificata di Inizio Attività al Comune di appartenenza ed intraprendere la nuova attività ricettiva già dal giorno dopo.

I requisiti essenziali dell’unità abitativa dovranno essere asseverati da tecnico abilitato, circa la regolarità e conformità urbanistica e catastale, il rispetto delle condizioni igienico sanitarie attestate dal certificato di agibiltà, la sicurezza degli impianti, la disponibilità dei locali.

La Maxi Home si candida per assistervi nella vostra scelta, aiutandovi a valutare le vostre esigenze in caso di vendita o di affitto dell’immobile da destinare ad attività ricettiva; inoltre con l’ausilio del nostro studio tecnico in sede, potremmo studiare e sviluppare una strategia volta ad assistervi in ogni fase esecutiva dei vostri progetti.